Missione

I volontari del Soccorso di Donnas nascono, oltre trent'anni fa, come soccorritori, quindi hanno percorso in lungo e in largo la Valle d'Aosta con l'ambulanza e con altri mezzi per trasporti sanitari. Oggi, il nome è rimasto uguale all'entusiasmo, ma gli obbiettivi sono diversi. Messi da parte lampeggianti e sirene, i Volontari rispondono quotidianamente a specifiche esigenze della popolazione.

Che la società sia cambiata è sotto agli occhi di tutti, e molti non riescono più ad affrontare aspetti che fanno parte della vita quotidiana così, usando il 5‰, sono partiti tre nuovi progetti e si sono rafforzati quelli storici.

Aeneas si occupa di persone di ogni età, avvicinate dallo Sportello Sociale.

In una regione come la nostra, dove i centri di cura e di analisi non sono facilmente raggiungibili, se non si possono prendere mezzi pubblici, un trasporto privato è spesso insostenibile. Aeneas si occupa di persone di ogni età, avvicinate dallo Sportello Sociale e, solo nel 2015, ha percorso oltre 15.000 km.

Demetra aiuta i bambini che hanno famiglie in difficoltà economica. Crisi economica, perdita di posti di lavoro hanno colpito le famiglie, con la conseguenza che anche i bambini ne risentono. Il progetto, con cadenza mensile, offre pannolini, omogeneizzati, pastina, il costosissimo latte in polvere per neonati e per la crescita, farmaci da automedicazione e altre cose che sollevano un po' le famiglie.

Adotta una famiglia è il proseguimento di Demetra prevede la distribuzione di generi di pima necessità alimentari (pasta, riso, farina, sale, zucchero, olio etc…) e beni di consumo per l’igiene personale e la pulizia della casa (detersivi, shampoo, saponi etc…) per famiglie in stato di difficoltà economica con figli minorenni.

Fenice, formazione e soccorso BLSD. Per i non addetti ai lavori sono le procedure di rianimazione d'emergenza e l'uso del defibrillatore. Il tempo è la miglior cura in caso di arresto cardiaco, così il defibrillatore disponibile sul territorio e personale formato, possono intervenire prima che arrivi il personale del 118. Il progetto, attivato con una parte di contribuzione del Comune di Donnas, ha permesso di installare un defibrillatore, curarne la manutenzione e formare con certificazione oltre 40 volontari reperiti su tutto il territorio.